Spesso, avere più follower significa avere successo

Spesso, ma non sempre. In un account Instagram, ad esempio, il rapporto tra seguaci e media-like non è costante e talvolta può essere indice di una connessione molto debole tra prodotto offerto e prodotto fruito. Questo per varie ragioni: perché l’autore posta di rado, perché il contenuto non si presta ad essere virale, perché il target di quel contenuto non conosce il passaparola e cresce … Continua a leggere Spesso, avere più follower significa avere successo

Alcune considerazioni sui premi Boscarato

Andrea Gagliardi ha risollevato una vecchia questione: la proliferazione -e la conseguente riflessione sull’utilità- di premi e riconoscimenti fumettistici qua in Italia. Il post su Facebook è stato ampiamente discusso, e nel giro di poche ore contava già decine di interventi pertinenti. Perché la questione è quanto mai opportuna, in un Paese che vive da quasi vent’anni una costante crescita delle manifestazioni culturali vincolate al … Continua a leggere Alcune considerazioni sui premi Boscarato

Il (quasi) esordio di Netflix sulle pagine di Topolino

Per i lettori di Topolino, il 2013 è stato l’anno della svolta. Nel mese di maggio il settimanale ha superato le 3000 pubblicazioni e qualche mese dopo è stato rilevato da Panini Comics, che in poco tempo l’ha reso un prodotto nuovamente competitivo, destinato ad affrontare parecchi alti e bassi, ancora oggi percepibili. Molto prima che ciò accadesse, sulle sue pagine era comparsa Paperino e … Continua a leggere Il (quasi) esordio di Netflix sulle pagine di Topolino