Parasite: i meccanismi interoperanti del guardare

“Parasite” è un film piacevole, affascinante, quasi divertente -si ride proprio di gusto- ma anche e soprattutto creativamente stimolante. Un meraviglioso racconto allegorico sulla miseria e sulla “nobiltà”: le ingenue credenze della borghesia -o meglio, l’incapacità dei borghesi di guardare oltre la propria credenza!- e gli scaltri stratagemmi degli abbietti, destinati al fallimento. Ma anche un’opera energica per Bong Joon-ho che non ha certo comunicato … Continua a leggere Parasite: i meccanismi interoperanti del guardare

Jason e Alessandro Tota a confronto

Nel 2006, Jason pubblica “Non puoi arrivarci da qui”, una stralunata rilettura caustica e vagamente ottimistica del mito di Frankenstein. Fumetto un po’ vecchio, a onor del vero, ma che a distanza di anni riesce a sprigionare un senso d’incompiutezza magistrale. Il ritmo è ben cadenzato, la regia di stampo cinematografico alterna ampie sequenze descrittive a flashback di breve durata, scanditi da un intelligente recupero … Continua a leggere Jason e Alessandro Tota a confronto